Sonia Angelisi: l'Indifferenza male di Amantea

angelisi sonia

Sonia Angelisi
L’AMANTEA CHE ANCORA NON C’E’
sviluppare una coscienza critica, sconfiggere l'indifferenza

L’AMANTEA CHE ANCORA NON C’E’.

In questi mesi ho cercato di percorrere con alcune persone al mio fianco un sentiero che speravo portasse alla costruzione di un’alternativa per Amantea. Ringrazio sinceramente i miei compagni di viaggio e scendo, ahimè, alla prima fermata. Sfido chiunque a intraprendere un percorso di questo tipo, andare avanti e combattere contemporaneamente, giorno dopo giorno, per mantenere la propria integrità morale e la propria onestà intellettuale. Sono necessarie tenacia, furbizia e forse qualche altra “qualità” per addentrarsi in una giungla tipicamente amanteana fatta di leoni e volponi. È risaputo quanto siano apprezzati i portatori di numeri e poco richiesti i portatori di sani principi, anzi, diciamo che questi ultimi risultano fastidiosi ai più. Troppe “prime donne” e tanti illusi calcano il palcoscenico preelettorale. Ma se si fossero verificate le condizioni per iniziare un reale cambiamento, mi sarebbe piaciuto calcare il palcoscenico da cittadina normale che ha un sogno, proprio come Martin Luther King. Avrei cominciato a parlare del concetto di storia, perché è importante ricordare e raccontarsi;rammentare come il nostro passato ci ha condotti a questo presente. Ma soprattutto la storia ci serve a ricordare come i protagonisti principali siamo noi: siamo noi a fare GRANDE la nostra storia. Avrei esortato i miei concittadini a prendere coraggio e a unirsi per cambiare le sorti di una storia che non ci piace più. Eravamo un popolo di grande bellezza e intelligenza nel passato, coraggioso e impavido. Nel 1800 gli amanteani hanno resistito all’assalto delle truppe straniere, all’assedio di 3250 soldati francesi. Nel 1767, addirittura, Amantea, fu colpita da una carestia così pesante da sfociare in una ribellione del popolo che rinchiuse il sindaco dei nobili nelle carceri del castello. Come non ricordare che Amantea, al pari della Calabria intera, è stata una terra di immensa cultura: la Magna Grecia. Dobbiamo essere orgogliosi di questo.

Ma se guardiamo alla storia recente, questa ci mostra un altro volto: quello di un popolo che a fatica cerca di emergere, un popolo che resta imbrigliato nei clientelismi, nella mala politica, negli accordi sotto banco, proprio come rimane intrappolato un pesce nella rete…e noi che siamo un popolo di pescatori lo sappiamo bene. Siamo quella terra che vive della gloriosa luce riflessa del passato, ma che è una luce che si affievolisce sempre più. Una luce che viene oscurata dai personalismi, dal malaffare, dalla superficialità e dall’indifferenza. Antonio Gramsci (non lo cito ovviamente per la sua appartenenza politica, visto che ritengo che determinati valori siano trasversali alla destra e alla sinistra), politico e filosofo dei primi del ‘900, in una sua opera scrive proprio che: “l’indifferenza è parassitismo, è vigliaccheria, è il peso morto della storia; l’indifferenza è quella cosa che rovescia i piani meglio costruiti”. Gramsci continua dicendo che: “il male in una società avviene perché si lasciano salire al potere uomini che solo una rivoluzione potrà far cadere. E allora alcuni si mettono a piagnucolare, altri bestemmiano ferocemente, mentre altri ancora si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?”

È proprio questo il punto. Se vogliamo che la nostra storia torni a brillare come quella di un tempo, abbiamo il dovere di far valere la nostra volontà! Di pensare e agire in prospettiva, pensando che ai nostri figli non possiamo lasciare in eredità il “niente” figlio della nostra indifferenza. E processi di questo tipo di costruiscono INSIEME, nel momento in cui tutti sviluppiamo una coscienza critica e diventiamo maturi e infiammati quanto basta per innescare quel cambiamento irrinunciabile e improrogabile

Molto probabilmente non sarà fra due mesi, a maggio, che Amantea vincerà la sua battaglia. Ma io mi auguro che presto tutti noi riusciremo a ritrovare quello spirito combattivo e costruttivo che non ci farà sconfiggere 3250 soldati francesi, come dicevo all’inizio, ma che farà molto di più! Questo spirito farà in modo di non farci credere alle solite promesse; di non farci cadere nelle solite sporche logiche della politica più becera; farà in modo che i nostri diritti non siano più favori; farà in modo che la storia, da oggi in poi, sarà scritta da chi questa città la porta nel cuore e nella mente e non da chi per anni l’ha portata sotto la suola delle scarpe; e, in ultimo, questo spirito coraggioso farà in modo che l’indifferenza venga sconfitta da cittadini con coscienze pulite e comportamenti coerenti. Fino ad allora, il mio impegno sarà quello di NON VIVERE NELL’INDIFFERENZA pur consapevole di vivere un eterno conflitto con quello che mi circonda; sarà quello di cercare di tramandare sani valori a mia figlia (perché è cominciando ad educare le nuove generazioni che possiamo sperare in un futuro migliore), di non invadere lo spazio di libertà dell’altro e realizzare seriamente quella “politica” dal basso che fa tanto bene al territorio perché disinteressata e trasparente, riconoscendomi in quelle persone che, come me, hanno diritto a denunciare, a dire la propria senza essere accusati di non mettersi in prima linea…perché, in realtà, la gente per bene è in prima linea ogni giorno nel contrastare i continui tentativi di coloro che mettono in atto strategie mirate a insidiare la tua dignità.

Sonia Angelisi 21-03-2014

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#7 FRANCO DANESE 2014-03-25 15:27
CHIARISCO:leggo tanti commenti e qualche volta cerco di dare una mia modesta opinione...di gia' positiva per il benessere della mia Mantiella che amo tanto...pero'la mia opinione sui politici non vuol dire che comparto le loro ideologie..MAI. Per me la política e'come una orchestrina improvvisata con tanti suonatori "stunati"che sempre toccando le stesse marce..percio' "CREDERE E' BENE..NON CREDERE E'MEGLIO". Ecco tutto. Saluti.-
Citazione
 
 
#6 che guevara 2014-03-23 01:09
amantea cambia, sono i mantiuti che non lo faranno mai... in meglio ovviamente.
Citazione
 
 
#5 FRANCO DANESE 2014-03-22 00:28
Carissimo sig.Giuseppe comprendo perfettamente cio'che Lei si riferisci..pero ' se tutti pensiamo che(come esprime
lei) "lo status quo di Amantea e' immodificabile. .MAI AVRA' UN CAMBIO.La situazione peggiorara'..BI SOGNA TENTARE-costi quel che costi-LA FORTUNA AIUTA GLI AUDACI..Credo che ci sono donne ed uomini audaci e capaci per scendere nella "arena e lottare fino alla vittoria..."FOR ZA e CORAGGIO".Salut i.
Citazione
 
 
#4 giuseppe 2014-03-21 17:42
"nemo propheta in patria" se il profeta è donna e di Amantea il nemo aumenta a dismisura.Lei dr.ssa Angelisi è coraggiosa e ci ha provato mi sembra di capire che non ha un partito alle spalle, nessun leone e nessun volpone, ma solo persone volenterose pronte a cercare di cambiare le sorti di Amantea. «Tu proverai come è duro calle
lo scendere e 'l salir per l'altrui scale.» Non si rammarichi se è dovuta scendere alla prima fermata,ha fatto bene.Lo status quo di Amantea è immodificabile
Citazione
 
 
#3 FRANCO DANESE 2014-03-21 17:27
Sig,na Sonia, pur non conoscendola,
credo per cio'che scrive e pensa e' un
buon segno per ricostruire la nostra bella "Mantiella".Sce ndere dal treno alla prima stazione...e' come arrendersi. o abbandonare il paese lasciandolo in balia della tempesta..Certa mente dovra' battersi con tanti che non la pensino come Lei. Se si sente capace e decisa ....lotta e vincera'...In bocca al lupo.-
Citazione
 
 
#2 CavGiovanni LISCOTTI 2014-03-21 08:34
Pregma Sonia tra le tue righe vi è certamente un rammarico per un mancato obiettivo, ma questo si può sempre realizzare. Il politico deve leggiferare, l'Amministrator e deve gestire al meglio le potenziali risorse oltre a non offendere la dignità di uomo con piccoli omaggi passando per bisogno. Il pensiero e l'ideologia in ambito amministrativo mi insegni che non è attuabile soprattutto oggi a livelli locali e quindi ti invito a non demordere qualora tu sia intenzionata a dare te stessa ad Amantea
Citazione
 
 
#1 Amanteano 2014-03-21 00:59
Brava Sonia. La tua intelligenza non può rimanere indifferente. Io ti esorterei di andare avanti, di portare avanti le tue idee. Come giustamente dici, questa è una giungla tipicamente Amanteana fatta di leoni e di volponi. Ma non scendere alla prima fermata, non è da spirito combattivo. Ricordati che non è forte chi non cade, ma chi cadendo ha la forza di rialzarsi(Jim M.)
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA