Ninna a Santa Maria

amantea-ninna 2014-s-maria Il passaggio del testimone tra pescatori e contadini.
Questo simboleggia il canto della Ninna a S.Maria.
L'ultimo giorno si chiude nella piazzetta del rione sud

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
Il canto della Ninna, ed altro, ad avvicinare due ambiti sociali e culturali diversi
Guardando Amantea dall’alto su base planimetrica osserviamo nella parte a nord il borgo antico (a prevalente estrazione marinara), nell’ampia parte centrale la zona commerciale, a sud il rione Santa Maria che spazia fino a Colongi (a prevalente estrazione contadina). Questo, ovviamente, fino a qualche decennio fa anche se la disquisizione si esprime al presente.
Seppur accomunati dalla specificità lavorativa che vede le due categorie (pescatori e contadini) operare a contatto con la natura, dalla quale traggono sostentamento, sono due ceppi sociali sostanzialmente diversi nei comportamenti e nelle relazioni interpersonali. Ho avuto modo di scrivere che i pescatori hanno comportamenti individualistici politicamente assimilabili ai principi della destra, mentre i contadini sono chiaramente ispirati al riconoscimento dell’altro, cioè di sinistra.


Qualcuno dirà: stiamo parlando del canto della Ninna, cosa c’entra questo? C’entra , si che c’entra.
In realtà queste due antiche categorie produttive e sociali hanno in comune l’incertezza della resa del lavoro effettuato e dell’ulteriore aggravio di fatica del dover diventare anche venditori delle loro “mercanzie”.
Hanno famiglie generalmente numerose (ben di più i pescatori) e gli manca sempre 30 per fare 31.
I contadini foritani hanno avuto contatto con le donne dei pescatori al tempo del baratto tra pesce e ortaggi.
Un primo collegamento tra i due agglomerati urbani capitò con l’istituzione della processione del Gesù di S.Maria che avvenne più di un secolo fa quando la devastante siccità fu risolta dalla pioggia percepita come volontà miracolosa di Gesù.
Quella processione che partiva dalla chiesa matrice, nel cuore del rione marinaro, che si snodava sulla spiaggia fino al torrente S.Maria per poi risalire nell’abitato per il rito e la festa. Era una processione fortemente condivisa da pescatori e contadini.

E ci si mette ancora la religione, ai giorni nostri, ad avvicinare le due categorie con la Ninna. Oggi il canto della Ninna ha un coinvolgimento omnia nel territorio e nelle diramazioni sociali, ma va evidenziato che in passato era fortemente connotato dalla presenza preponderante dei pescatori.
Succede così che da cinque anni l’ultimo giorno della Novena (il 24 dicembre), dopo la funzione nella chiesa con relativo canto della Ninna, in tanti si recano nella piazzetta di Santa Maria per replicare i circa otto minuti d’intonazione spontanea dedicata all’imminente arrivo della figura simbolo della Cristianità.
Si ritrovano in prevalenza gente di radice marinara e contadina, per consuetudine e fede, chi a memoria chi leggendo, a spargere tra Calcato e Colongi le note commoventi della Ninna.
II 24 dicembre 2014 si è vista più gente del solito, tanti si sono uniti al gruppo, alcuni per la prima volta; cinque di loro li ho visti piangere, tutti di origine contadina.
Antonio Cima 27-12-2014

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#1 Terzo Mondo 2014-12-29 14:50
I Calabresi sono ultimi in informatica con percentuali superiori al 40% di persone comprese tra i 16 e i 64 anni che non hanno mai usato un pc (dati Censis).
risposta di A.Cima
Nei paesi del nord Europa (Svezia, Danimara, Finlandia, Olanda...) l'informatizzaz ione è oltre il 70% eppure sono i popoli più attaccati alle tradizioni delle renne, del Babbo Natale e dei riti antichi.
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA