Le Varette e i giudei avversati

varette-giudei Il mattino della processione, fino agli anni '80,
quegli sputi giovanili sulle statue dei “giudei”.
Usanze sconcertanti il giorno delle Varette.

E' una storia che potrebbe essere anche non raccontata; non rappresenta valori, poco praticata, per quanto apprensiva e disorientante per i comportamenti che racchiude.
Il fenomeno, non è molto noto, arrivava da molto lontano ed è durato fino agli anni ’80. Va inquadrato negli eccessi del sentimento popolare giovanile fortemente predisposto alla trasgressione.

Quegli eccessi i giovani di oggi li manifestano diversamente, dell’ambito del tifo calcistico, nell’abbrutimento d’ogni superficie con dediche amorose sproporzionate in forma e contenuti.
Quei gesti di allora, imbarazzanti persino da descrivere, trovavano spiegazione solo in un esasperato trasporto emotivo verso la figura di Gesù, umiliato e straziato, che si trascina sanguinante verso la crocifissione. Un impeto di ribellione nei confronti di quei due esecutori della condanna a morte del Nazareno tanto amato.
Si trattava anche, ovviamente, di forme di esibizionismo condizionato dall’istinto d’imitazione dei più piccoli nei confronti dei più grandi.

varette-giudeiVeniamo ai fatti.
Oggi tutte le statue che sfilano nella processione vengono disposte nelle navate della matrice sette-dieci giorni prima, per pulizia e piccoli restauri. In passato ciò avveniva qualche giorno prima del Venerdì Santo con esclusione della statua oggetto della sconvolgente reazione salivale dei ragazzi; tale statua trovava posto il mattino della processione.

La varetta coinvolta era la 2ª del corteo, ovvero quella di Gesù in casa di Pilato con un soldato e un giudeo che lo sorvegliano, uno con lancia e uno con frusta.
Dalla collocazione della varetta nella navata laterale, fino all'uscita dalla chiesa, le due figure affiancate a Cristo venivano investite di continui sputi da parte di giovani che accompagnavano il gesto anche con parole aspre e minacciose.
Lascio alla fantasia immaginare il quadro che si determinava sulle due statue.

Trattandosi di salivazione di giovanissimi, con vento e sole fuori dalla chiesa, la cosa si dissolveva rapidamente e già alle case sciullate restava solo qualche alone sugli abiti dei due peccatori.

E’ un argomento sul quale in seguito è calata una cappa nuvolosa che nasconde spaccati che nessuno vuole rievocare. Sulla faccenda, che è durata decenni, si può argomentare in più direzioni, ma occorre riposizionarsi a quei tempi sforzandosi di capire i percorsi culturali di alcuni ambiti dell’epoca.
La questione è impregnata di eccessi correlati a forme d'interpretazione estrema della fede che disorienta il senso comune della religione. Niente a che vedere, naturalmente, con gli eccessi che corrono nel nostro tempo perchè allora si trattava solo di forzature del disgusto.

Antonio Cima 05-03-2015

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#1 filopanto 2015-03-06 12:20
Erano forzature del disgusto anche perchè chi doveva insegnare si guardava bene di farlo come i Sacri Testi raccomandano. Durante il percorso della Sua Passione Cristo oltre a mala gente incontrò anche la Veronica e il Cireneo due persone che lo aiutatarono - non si sa quanto forzatamente e quanto per fede -. Però il gesto di aiuto ci fu. Noi ad Amantea invece ci dimentichiamo dell'aiuto dato da Simone di Cirene a Cristo, e usiamo l'aggettivo "Cireneo" in senso dispregiatvo: "si nu girineo".
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA