Antonio Cima - Nu postu alla Ninna - vernacolo

cima antonio Poesia in vernacolo amanteano
NU POSTU ALLA NINNA
di Antonio Cima  2007
Nella tradizione della Ninna di Natale di Amantea

Al mattino presto durante la novena, dal 16 al 24 dicembre, quella mitigata competizione per accaparrarsi un posto nel coro

La tradizione della Ninna di Natale di Amantea
Il canto della Ninna di Amantea avviene durante la Novena del Natale che inizia il 16 dicembre e si conclude il 24. La quotidiana cerimonia religiosa comincia alle ore 6 del mattino e, alla fine, intorno alle 7 inizia il canto che dura poco meno di 8 minuti.
E’ un canto di antiche origini, 34 strofe in vernacolo amanteano, accompagnato dall’organo.
La straordinarietà di tale evento consiste nella specificità, unica, del non avere fase preparatoria, ne fare prove, ne selezioni, ne applicare limitazioni. Chiunque può aggregarsi, pur non conoscendo il testo, ne musica, ne accordi, ne tonalità, e contribuire dopo alcune strofe, ad esaltare l’unica voce che si eleva nella navata centrale. Questa ricorrenza fa parte della tradizione religiosa cittadina che raccoglie la partecipazione di tantissima gente, sia gli abituali dei riti religiosi che molti occasionali che vanno in chiesa raramente.
Negli ultimi anni è cresciuta notevolmente la presenza di giovani e giovanissimi finalizzata prevalentemente al solo canto. Intorno all’organo, posto nella navata destra a ridosso dell’altare, si dispongono tutti i cantori che, a memoria o leggendo il testo, intonano le 34 strofe per gli oltre 7 minuti.
Così appare ad un osservatore occasionale. In realtà avviene una specie di competizione (tra i più appassionati) per posizionarsi il più vicino all’organo.All’inizio del rito religioso i decani (quelli presenti da decenni che mai hanno perso una ninna) si predispongono (per una specie di diritto acquisito) a ridosso dell’organo nella parte interna della navata destra. Resta libera la parte a sinistra e la zona avanzata della navata centrale. Quando arriva il momento del canto non pochi, tra quelli seduti nei banchi, si adoperano per anticipare i “concorrenti” che ambiscono alle posizioni di privilegio a contatto con l’organo. Si genera una specie di competizione (che sfugge ai più) per posizionarsi a ridosso del maestro. La cosa è sottile e la percepisce chi osserva con maggiore attenzione. Ciò racconta il testo vernacolare del componimento che segue.   Amantea 14-12-2012

'NU POSTU ALLA NINNA di Antonio Cima

'U sidic'i dicembre d'ogni annu
cumincie la novena du Natalu;
'un sacciu quant'aspettunu 'sa ninna
e tantu pu si jungiunu allu cantu.

I juorni su i cchjù curt'i tuttu l'annu
e tiempu ci nni vò ppe la prim'arba(1),
m'a feda 'mmutte puru drint'u scuru
cchiù scuru da cchiù scura menzannotta.

Iju mo vi cuntu ‘a storia cumu vene
faciennu esempiu ‘i d'una da Chjazzetta,
ma tutti l'atri fanu 'a stessa cosa.

Prim'i d'escì da casa s'assincera
ch'a cummarella puru s'è d'azata,
chiamannu da finestra da cucina
du vitru ca si reje ccu sparatrappu
spaccatu da sgrissura(2) 'i menz'agustu.

"Cumma' si pronta? aspiettu alla Chjanura!".
Pu scinne la cummara e fanu 'u strittu
e appena drint'a gghjsia 'i San Biagiu
ognuna s'aqquartara(3) allu sedilu
ca miegli'a conza ppe si stari avanti
e s'attaccari all'organu e alla grutta.

'U prievitu cumincie l'orazioni,
rusariu paternustru e avemmarie,
ma 'a capa e ll'uocchi ppè tutt'a navata
smicciannu china meglja è sistemata
e avantu ad illa 'u postu po pigliari.

Quannu da missa a fina s'avvicine,
cchiù o menu doppu l'ostia consacrata,
e 'u prievitu ricoglje lli strumienti,
cumincie 'nu rumuru 'mmienz'i seggi,
i sdrugljuli ognuna si ricoglie,
si stringe lli buttuni du cappottu
o ‘u sciallu s'arravoglje supr'i spalli,
senza perdiri 'i vista i pretennenti
cumincie a si girari vers'u centru
nu piudu avanti e l'atru 'u ragh’appriessu.

Appena 'a missa chjude l'orazioni,
cumu jumenti senza vrigli e patrunu,
si jettunu a scappari versa 'a grutta
rischiannu ‘i spurbariari 'a panichella
e stennicchiari tutti i pecurari;
s'acchiappunu a 'nu chjuvu du prisebbiu
e ‘i lla unn'i caccie manc'u terrimotu.

A scena ca si vide a vistu Dante,
quannu descrive dintr'u primo cantu
du 'mpiernu ‘u viersu ch'è llu vintidua:
e come quei che con lena affannata,
uscito fuor del pelago a la riva..

 
Lassam'u gran poeta e ripigliamu
a scriviri 'si cosi ch'un su nenti
ca forsi puru 'u gnostru ci sprecamu;
jamu a sentiri 'u cantu e li strofetti
ch'i tantu tijempu vanu senza affannu
ed ogni vota 'a lacrima cci caccie
a china 'un cante e sente sul'u coru.

Cumincie lu maestru alla tastiera,
sbalanche l'uocchi e rape tutt'a vucca
e 'a prima strofa gira la navata:
E' la notte di Nata....a.a.a.a.a.a.le.

'
A prima parta 'a cante llu maestru
e appriessu tutt’u coru si ricoglje.

Si po sciullar'u munnu ‘i cca un'si move
nessunu ppe lli prossimi minuti
ca quasu uöttu avastunu alla fina;
si trentaquattru strofi s'hanu 'ntunari
e ognuna fa aggrizzari 'i carni a tutti;
a manu a manu 'a vucia si quadije
e china cante pare sulu unu.

Finitu ‘u cantu ognunu piglje via
si jette dintra 'i cosi da jurnata,
ma ‘un vide l'ura ca fa priestu notta
e n'atra ninna ppe la matinata.

Di novi jurni tirunu 'u carriettu
ch'unn'è pisantu e par’illu ca mmutte,
'u vintiquattru shcare e si finisce
e tutti quanti sentunu 'a mancanza
di matinati senza 'a ninna nonna.

Natr'annu mo cci vò ppe si truvari
e ‘a lista unn'è la stessa ‘i l'annu prima;
ancuna vecchja forsu sinn’è juta
e ancuna nova forsu s'è 'mmarcata.

'U sidic'i dicembre arrive tornu,
ma cca finisciu e vua allu primu rigu
turnati si vuliti nu ripassu,
’i cumu i mantijuoti vuonu 'a ninna.

 

NOTE esplicative su alcuni termini
1) prim'arba - in gergo marinaro indica l'aurora (prime luci del giorno che precedono l'alba)
2) sgrissura - maestrale che soffia dal mare in misura accentuata poi calmato e appiattito in serata dal grecale
3) aqquartara -da acquartierarsi, ovvero trovare alloggio in un quartiere (qui sta per "prendere posto")

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA