Assegni familiari del bisogno

neonati-passato Quando per bisogno si cambiava la data di nascita
Gli assegni familiari della cooperativa tra '50 e '60
Quel giorno che includeva o escludeva il mese,
che alterava il giorno di venuta al mondo di qualche bambino, così come i nati a fine anno "slittavano" a inizio anno.

E’ una realtà che ho scoperto due anni fa al compleanno di un amico rientrato per vacanza dagli USA, coinvolto in una delle situazioni di seguito raccontate. Ho successivamente approfondito venendo a conoscenza di altri casi analoghi.
E’ uno spaccato sociale del quale non si vorrebbe parlare. Descrivere questi particolari crea un oggettivo disagio o possibile intolleranza in chi volesse affrontarlo superficialmente.
Solo in contesti di grande indigenza, ove si generano alcuni comportamenti incomprensibili, comunque ordinariamente non condivisibili, ci si può smarrire oltrepassando i limiti della normalità. Non si trattava di accadimenti frequenti, erano comunque episodi eccezionali andati avanti per pochi anni, per pochi casi.
Si tratta del riconoscimento degli assegni familiari per il mese di nascita. Vediamo.
Negli anni ’50 gli assegni familiari venivano così riconosciuti:
-dal mese di nascita per i nati dal 1 al 15
-dal mese successivo per i nati dal 16 a fine mese.
Occorre considerare che a quell’epoca, tranne casi di estrema complicazione, si nasceva nelle case con l’apporto della mammana e, a volte, con la presenza del medico.
Del nuovo nato nessuna autorità era al corrente fino a che la famiglia non andasse a dichiarare il bambino al comune iscrivendolo all’anagrafe. La data di nascita registrata era quella dichiarata dai genitori. I funzionari comunali si dovevano, ovviamente, fidare dei genitori.
Bambini venuti al mondo nelle sperdute campagne venivano registrati vari giorni dopo la nascita in considerazione delle estreme difficoltà per raggiungere il municipio.
All’epoca avere gli assegni familiari, considerata la numerosa prole, costituiva un sostegno economico significativo. Allora, come oggi, per i dipendenti (pubblici o privati) era un diritto implicito nel rapporto. Tanti che lavoravano in proprio costituivano cooperative di categorie percependo gli assegni familiari dall’ente previdenziale d’appartenenza.
Ciò fecero anche i pescatori di Amantea che formarono la cooperativa più numerosa di Amantea.
Per quanto sopra, a causa dei limiti temporali di riconoscimento degli assegni, succedeva che qualcuno, per non perdere un mese di contribuzione, un figlio nato qualche giorno dopo il 15 lo dichiarava nato in data antecedente il 16.
Questo succedeva, purtroppo, con la comprensione dovuta, in un contesto di estremo bisogno colpevole del disorientamento della ragione.
Persone coinvolte in tali situazioni festeggiano il compleanno nella data ufficiale, ma le intime candeline le spengono qualche giorno dopo.
Fino a quando si nasceva nelle case i nati negli ulimi giorni dell'anno venivano dichiarati quasi sempre ad inizio anno, ovunque e in tutti i livelli sociali.
Antonio Cima 16-01-2013

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#1 filopanto 2013-10-19 12:53
L'assegno si aspettava con impazienza perchè con quei pochi soldi si riusciva a poter dare un acconto o saldare il debito trascritto nella famosa libretta dai bordi rossi e dalla copertina nera. Per la dichiarazione di nascita poteva anche accadere che se uno nasceva gli ultimi giorni di dicembre immancabilmente risultava essere nato i primi giorni di gennaio dell'anno nuovo.
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA