la 'Ncrinata di Dasà

ncrinata dasa Riti Pasquali in Calabria
La 'Ncrinata di Dasà
Una versione dell'Affruntata con il popolo che corre dietro alle statue di Maria e Giovanni
 

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
Dasà (VV) - Pasqua 2017, ‘Ncrinata Martedì 18 aprile
 L’Affruntata calabrese (chiamata anche Cunfrunta, Cumprunta, Svelata, ‘Ncrinata) è un rito pasquale molto diffuso nelle provincia di Vibo Valentia e Reggio Calabria e parzialmente nei paesi della fascia sud di Catanzaro e Crotone; è completamente sconosciuto nella provincia di Cosenza. Si svolge ovunque nella mattinata di Domenica di Pasqua, tranne che a Dasà (VV) ove avviene il martedì successivo alla Pasquetta.
L’articolazione del rito è ricorrente un po ovunque con poche diversificazioni; la via centrale del luogo è teatro dell’accadimento. In genere per le ore 11 la messa e alle ore 12 l’Affruntata.
Il Canovaccio rituale prevede che Maria, con l’aiuto di Giovanni, cerchi il proprio Figlio risorto. Le statue di Maria e quella di Gesù vengono poste alle estremità della strada. Giovanni va avanti e indietro in cerca del suo Maestro. Quando ne vede la figura corre verso Maria chiedendole di andare incontro al Figlio risorto. A tal punto le due statue (Maria e Gesù) dalle estremità della via si dirigono verso il centro; accelerano quando s’intravvedono, a Maria in questo frangente cade il manto nero a lutto ed emerge quello azzurro o bianco della festa di Redenzione.
continua dopo il video


In tal punto e in tal momento avviene una trionfale esultanza da parte della popolazione presente e dei portatori che innalzano ripetutamente le statue. Prolungati applausi e continui lanci di coriandoli evidenziano il solenne momento. In alcuni luoghi all’incontro tra Maria e Gesù liberano tre colombe bianche. Nei casi in cui il mantello nero non dovesse cadere sarebbe interpretato come presagio negativo per la collettività.
Cessato il momento di devota esaltazione tanti si avvicinano alle statue per il rituale bacio.
Inizia ora la processione con le tre statue di Gesù, Maria e Giovanni, in ordine diversificato nei vari luoghi. Generalmente il corteo è di breve durata lungo le vie strettamente centrali. Alla fine le statue vengono riportate in chiesa (a volte è una in alcuni casi due).
Si finisce ad ora di pranzo che, anche questo, nella giornata odierna è, ovviamente, molto speciale.

L’Affruntata di Dasà, qui chiamata ‘Ncrinata, coinvolge due chiese: per la Madonna la chiesa della Consolazione (ove si svolge la celebrazione della messa) e Giovanni e Gesù dalla chiesa dell’Immacolata ove si conclude la manifestazione accogliendo le tre statue.
Dopo la messa nella Consolazione iniziata alle ore 11 si avvia un corteo (accompagnato dalla banda musicale di Tiriolo) che porta la statua di Maria in posizione di attesa in via Calvario a ridosso dell’arco. Da qui alcuni confratelli procedono per la chiesa dell’Immacolata per accompagnare le statue di Gesù e Giovanni nel luogo della ‘ncrinata.
Gesù viene posto in via Cannazzi mentre la statua di Giovanni raggiunge Maria ponendosi accanto.
In genere nell’affruntata Giovanni percorre tre volte la distanza tra Maria e Gesù; a Dasà avviene una sola volta. A tal punto, con le due statue di Maria e Giovanni affiancate, tutti cominciano a correre verso la statua di Gesù. E’ uno spettacolo incredibile vedere la popolazione correre dietro ai portatori e alle statue.
La corsa dura circa un minuto e si conclude con la caduta del mantello nero di Maria quando si trova davanti al Figlio risorto.
E’ un tripudio di gioia e commozione; in tanti piangono, ognuno abbraccia i parenti, i balconi affollatissimi fanno da festosa cornice. Gli adulti si avvicinano alla statua di Maria per toccare e baciare il mantello azzurro della festa; tanti genitori portano a contatto della statua i loro bambini, specie quelli poco fortunati nella integrità fisica.
Inizia la processione che in mezz’ora porta le tre statue all’Immacolata. Del corteo fanno parte le portatrici dei cesti del dolce della festa che sarà distribuito in chiesa. Con esse fanno gruppo anche i portatori della famiglia che ha vinto l’asta per tenere il mantello nero che per tutto l’anno in casa.
A fine cerimonia nella chiesa dell’Immacolata si svolge la fase più toccante. I genitori con figli sfortunati portano i piccoli ai piedi di Maria, qualcuno vestito, nei casi di maggiore sofferenza i bambini vengono denudati e avvolti con il mantello della Madonna. Alcuni poggiano ai piedi della statua un fagotto contenente panni dei bimbi.
Sono circa le ore 14; gran parte della gente è già a casa per il pranzo della festa, in chiesa solo alcune mamme speranzose ad accudire i bambini confidando in sviluppi che il cuore di genitore deve ritenere possibili. Antonio Cima 20-04-2017

 

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Unisciti a noi su Facebook

"Calamenti Spedati"
Libro di A.Cima
su Amazon

amantea-cima-calamenti-spedati-amazon-marineria

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA