Pizzo, il Venerdì Santo

pizzo-venerdi-santo Pizzo, il complesso rito del Venerdì Santo
detto processione degli Angialèji

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
Leggi approfondita trattazione della Pasqua su pizzo.calabro.it
ne riportiamo un breve tratto

La mattina del Venerdì santo vengono tolti dall’Urna della “reposizione” il Calice e l’Ostia e, riportati nell’Altare Maggiore, vengono consumati dal sacerdote che non consacra le Sacre Specie nel rito chiamato “solenne  azione liturgica” e conosciuto dal popolo come “Missa paccia”.
La sera del Venerdì Santo è interamente dedicata alla Passione del Signo­re (dai pizzitani detta “Agonia” ed alla Processione dell’Addolorata,che partendo dalla Chiesa di San Giorgio Martire, accompagnata da una folla strabocchevole che canta a voce alta alcune nenie tradizionali in dialetto pizzitano, raggiunge la Chiesa di San Sebastiano.
Il Venerdì Santo la Messa non viene celebrata e’l’Eucarestia che viene dis­tribuita ai fedeli è quella che era stata consacrata durante la Messa del Giovedì Santo (Ultima Coena Domini).
La liturgia del Venerdì Santo (“In:Morte Domini”) avviene attraverso tre mo­menti ben distinti :
--- “Liturgia della Parola”, che ne è il fulcro, caratterizzata dalla proclama­zione della “Passione del Signore”
---“Adorazione della Croce”------
---“Distribuzione della Eucarestia” o Comunione dell’Assemblea”.
Il rito, nel suo insieme, viene chiamato “L’Agonia d’’u signori”.
Finita 1’Actio liturgica ”In Morte Domini”, propriamente  detta, con la distribuzione dell’Eucarestia consacrata il giorno prima (essendo il Venerdì San­to l’unico giorno aliturgico dell’anno, come unico giorno in cui non si celebra la Messa,  tanto è incombente la celebrazione quasi visiva della Morte del Signore, di cui la Messa è la rinnovazione), seguono, quasi un rito a se stante, le famose “Prediche di Passione” o “Prediche delle Sette Parole” o “Sette Chiamate”, molto attese dalla fantasia popolare per la loro dramma­ticità.
“I Setti  Paroli” o “Setti Chjamàti”, altro non sono che delle particolari omelie, o prediche intervallate da preghiere della folla déi fedeli, attra­verso cui si fa memoria del dramma di Cristo, rivissuto attraverso il dolo­re patito dalla Madonna per la Passione e Morte di Gesù.


 

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA