Amaroni, Santa Lucia

amaroni-santa-lucia AMARONI (CZ)

PROCESSIONE DI SANTA LUCIA

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
Le feste religiose ricadenti a ridosso del Natale, inevitabilmente, risentono del clima della primaria festa Cristiana per via degli addobbi e arredi urbani che esaltano l’arrivo del Bambinello (presepi, alberi, luminarie, casette, mercatini). Nella prima parte di dicembre sono prevalentemente tre tali ricorrenze: Santa Barbara il 4, l’Immacolata l’8 e Santa Lucia il 13. Ovunque si festeggino tali date si avvia il corso natalizio. Figuriamoci come si eleva tale sentimento ad Amaroni, nelle pre serre catanzaresi, considerando che i tre eventi religiosi vengono tutti festeggiati in paese, con Santa Barbara che ne è Patrona.

Da tempo avevo segnato sul calendario 13 dicembre ad Amaroni per il rito religioso di Santa Lucia e per quello folklorico del Bagaggljiadu.
Mai sono stato prima nel paese, parto presto per fare un giro prima della processione prevista per le ore 15. Arrivo poco dopo le ore 13, m’informo sulla dinamica dell’intera giornata trovando conferma a quanto rilevato sul web. Giro in paese per un’ora e mezza apprezzandone il decoro urbano, che in alcuni spazi diventa elevazione estetica. Una urbanizzazione essenziale di un comune di 1800 abitanti relativamente giovane, comunque non medievale. continua dopo le foto


Vado in chiesa poco prima delle ore 15, un po di gente in piazza, un po dentro. La banda musicale di Tiriolo intona qualche brano, è ora.
Ai margini del presbiterio sono allineate la statua di Santa Lucia a destra e quella di Santa Barbara a sinistra (più grande). Alle ore 15,15 entrambe davanti alla porta per i fuochi.
Due addetti, ciascuno con un piccolo cannone metallico, fanno esplodere dei colpi abituali con la presenza di Santa Barbara protettrice contro i fulmini e il fuoco, contro le morti causate da esplosioni o da colpi d'artiglieria.
Inizia la processione per via Amendola, con poche persone che aumenteranno per strada. Non vedo ai balconi damaschi, né lenzuola ricamate, nè icone della santa, né altarini votivi, né incensi davanti alle porte. Neanche da finestre e balconi sono affacciati anziani, solo alcune donne davanti agli usci. La processione va avanti alternando i portatori delle due statue, con i canti devozionali, con in testa il crocifero, poi il portatore del megafono, il parroco cittadino officiante Don Antonio Scicchitano (anche vice presidente del Centro Calabrese di Solidarietà) davanti alle statue affiancate, seguono la banda e i fedeli. Un inizio di pioggia obbliga la copertura delle statue con teli impermeabili, riduce il percorso, alle ore 17 si ritorna davanti alla porta della chiesa di Santa Barbara. Si ripetono i colpi di cannone, si riposizionano le statue sul presbiterio ed inizia la messa con un'appassionata omelia di Don Antonio. A fine messa, sono circa le ore 18,10, il tradizionale rito del bacio delle reliquie; tutti i fedeli incolonnati al centro della navata attendono il momento della vicinanza a quella parte che fu della Santa.
Si conclude la parte liturgica dedicata a Santa Lucia, i fedeli si avviano verso casa, la banda continua ad irrorare i vicoli di note d’ogni sinfonia, la chiesa si svuota, finisce qui lo spazio della fede.
Ma presto un altro spazio cittadino si affollerà per un rito folklorico, quello denominato del Bagagghjiadu, che inizia davanti alla chiesa con l’arrivo del carretto di canne e carte, con un breve corteo fino all'Anfiteatro Nicolas Green ove al ballo dell’asino seguirà il fuoco che concluderà la giornata del 13 dicembre ad Amaroni.
Antonio Cima 15-12-2018 

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA