Amantea, Storica processione di Sant'Antonio

amantea s antonio processione
amantea s antonio cappuccini
Amantea, festeggiamenti patronali di Sant'Antonio 2017
La processione per le vie cittadine
Per la prima volta nella storia della città la statua del Santo fa ingresso nella chiesa dei Cappuccini
Una svolta epocale nei rapporti tra le parrocchie
voluta da Padre Rocco Predoti e Don Gino Zoroberto

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
Foto della processione e della fermata ai Cappuccini a fondo pagina

La processione patronale di Sant’Antonio 2017 di Amantea si annunciava particolarmente significativa perché era la prima volta di Padre Rocco Predoti nella veste di parroco di San Biagio, per la prima volta di Mario Pizzino sindaco da due giorni, per la presenza del Vescovo di Cosenza-Bisignano Mons. Francescantonio Nolè, per il rinnovato assetto organizzativo del Comitato S.Antonio.
A dire il vero tutta la fase preparatoria dell’evento patronale ha suscitato interesse e partecipazione con nuove iniziative nell’ambito della Tredicina come la fiaccolata del primo giorno, l’accoglienza e benedizione dei bambini di domenica 11, il torneo di calcio, la presenza della confraternita SS Rosario alle liturgie serali della Tredicina, il recuperato canto dialettale d’invocazione durante le preghiere del Rosario.
Tutto ciò a destato entusiasmo nei fedeli assidui e in chi la chiesa la frequenta solo nelle circostanza ricordate.
L’impatto innovativo del giovane parroco sta incidendo nella organizzazione partecipata. La Chiesa chiama nelle navate per le liturgie consolidate e si affaccia nelle strade e nelle piazze per una forma di Pietà Popolare vissuta nei luoghi della pregnanza motivazionale della fede. Tutto ciò appare in linea con la volontà “rivoluzionaria” di Papa Francesco.

Chi ha radici e ricordi lontani sa bene del “complicato” storico rapporto tra le parrocchie della Chiazza (S.Biagio o Matrice) e della Taverna (Santa Maria la Pinta o dei Cappuccini).
Si arrivò ad un astio che il 5 marzo 1963 portò ad un “conflitto” sulle gradinate della Matrice per un controverso tentativo di portare le Varette ai Cappuccini.

Tempi lontani. A pensarci non si trovano motivazioni sufficienti per giustificare quanto accaduto.
Ma i tempi cambiano, cambiano i fedeli, cambia la gente tutta, cambiano anche i religiosi a capo delle due parrocchie, ed arriviamo al 2017 con una scelta che segnerà la piccola storia religiosa di Amantea (ma anche con significati civili).
Padre Rocco Predoti propone a Don Gino Zoroberto di valutare la fermata della statua di Sant’Antonio nella chiesa dei Cappuccini. Tra persone attente alla loro funzione di riferimento sociale non poteva che accadere ciò che nella serata del 13 giugno 2017 è accaduto.
Per la personale esperienza di moltissimi eventi religiosi in Calabria posso con chiarezza affermare che ovunque, nelle processioni di grande portata cittadina, la statua si ferma nelle chiese lungo il percorso. In tanti casi si ferma in altra chiesa dove staziona a lungo prima di rientrare (ne cito alcune: Caulonia, Monasterace, Riace, Pizzo, Crotone, Albidona, Buonvicino, Laino Borgo, Spilinga, Terranova S.M.).
Ad Amantea la Statua del Protettore normalmente arriva in piazza Cappuccini e riprende subito il cammino del rientro. Oggi, alle ore 20,35, prende a salire il sagrato per accedere nella chiesa dei Cappuccini (cedo alle foto il commento).
Lungi da chi scrive volere dare a questo episodio un significato mirabolante. Ma i piccoli mutamenti in atto nella chiesa amanteana dispongono una sfera di riflessione che può legittimamente far pensare alla possibilità di dialogo anche negli spazi non religiosi.
In realtà le condizioni amministrative sono tali che sarebbe improprio un arroccarsi della nuova maggioranza e un ostracismo della minoranza.
Intanto annotiamo favorevolmente la svolta storica di oggi, che sembrerebbe interessare solo la religione -ma forse no-, che se non crea vantaggi non procura certamente disagi.
Antonio Cima 14-06-2017

Video
Lampada, Chiavi, accesso Cappuccini


Processione per le vie cittadine




Acceso storico di S.Antonio nella chiesa dei Cappuccini



Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA