Articoli

Carmelo Furgiuele amanteano d'America dice la sua sui rifugiati politici

Carmelo Furgiuele dagli U.S.A. a proposito dei rifugiati Politici
Lettera di un vero emigrante  21-06-2012

Carissimi compaesani, credo che questo sia il momento giusto per me, Carmelo Furgiuele, emigrato negli Stati Uniti di America nel 1968, di esprimere la mia opinione sull’argomento della emigrazione e questi episodi che accadono ad Amantea da parte dei rifugiati politici. Parecchie volte sono state scritte lettere di simpatia e di supporto per i rifugiati in Amantea e parecchie volte ho sentito il bisogno di scrivere anche io.

Voglio cominciare col dire che come me ci saranno centinaia or forse migliaia di Amanteani emigrati in paesi stranieri, in Europa, in Asia, in Africa, in Australia o nelle Americhe, che onestamente e sinceramente potranno testimoniare quanto segue se potessero seguire questo sito.

Io parlo principalmente della mia esperienza personale di emigrato e della mia famiglia, e anche un po’ di quello che mi e’ stato raccontato dai miei zii, emigrati anche essi molti anni prima di me.

Al principio del 19mo secolo, quanto mio nonno per la prima volta e tanti altri nostri cari emigrati vennero in America non come dottori, dentisti, ingegneri, avvocati o come professionisti, ma solo come onesti contadini, lavoratori di qualsiasi genere, che volevano solamente trovare un lavoro, guadagnare abbastanza per vivere e mandare qualcosa a casa ad Amantea alla moglie e figli numerosi. Mio nonno aveva lasciato ad Amantea la moglie e otto figli!!!

I nostri emigrati erano limitati, anche perche’ non avevano una scelta, a fare i lavori piu’ umili, piu’ pesanti e piu’ sporchi.

Mio nonno incomincio’ a lavorare in una miniera di carbone in Pennsylvania e tanti altri come lui a costruire strade, metropolitane, tunnels, ponti, in condizioni che adesso sono chiamate indecenti, impossibili, e inumane!!!!etc. etc.

Ma molto piu’ importante e’ che riuscirono a integrarsi nelle loro societa’ di residenza mantenendo pero’ le tradizioni e i valori che avevano imparati in paese e portati con loro in terre lontane e sconosciute.

Da quello che mi e’ stato raccontato, da quello che e’ stato scritto, da quello che ho letto e dalla mia esperienza personale non c’e’ stato mai un episodio dove un amanteano o italiano sia stato protagonista di episodi di intransigenza sociale per guadagnare diritti che non gli spettavano o che probabilmente avrebbero acquisiti col tempo.

E poi ci sono i doveri. Doveri verso la propria gente, verso la comunita’, verso lo Stato e il Governo dove si risiede. Doveri che includono anche il rispetto verso la legge, verso le tradizioni altrui, la lingua, il dovere di non cercare di imporre le proprie ideologie!!!

Mi sento personalmente offeso, e posso immaginare quanti altri emigrati come me, quando leggo su questo sito o altri siti, lettere di sostegno senza limiti a questi moderni rifugiati politici, credo che questo sia adesso il nome che indica tutta la gente che approda sulle sponde italiane, e che sono paragonati ai nostri emigrati.

Voglio ricordare che quello che noi emigrati siamo riusciti a fare, a raggiungere in terre straniere e’ stato frutto del nostro lavoro e sudore. Niente ci e’ stato regalato perche’ avevamo la pelle un po’ piu’ scura di loro, almeno noi del Sud.

Anche noi abbiamo subito umiliazioni perche’ non parlavamp come loro, perche’ avevamo tradizioni che loro non capivano, perche’ facevamo lavori che loro non avrebbero mai fatto, perche’ erano invidiosi della nostra unita’ familiare e sociale, e tante altre cose.

Pero’ posso dire che tutto questo e’ stato superato grazie alla nostra volonta’ di migliorare, alla nostra perseveranza di fare meglio di loro, alla nostra dedicazione di fare meglio per i nostri figli e assicurare loro un migliore futuro, ai nostri sacrifici nel fare i lavori piu’ umili, lavorare nel freddo, nella neve, nei giorni di festa, etc, etc.

Posso assicurare e posso testimoniare che tutto quello che e’ stato fatto da noi emigrati e’ stato ripagato!!! Con orgoglio e soddisfazione posso dire che non c’e’ lista di dottori, avvocati, ingegneri, professionisti in tutti i campi lavorativi e anche politici e sportivi, dove non si trova una grande maggioranza di cognomi italiani!!!

Quello che voglio dire a proposito dei rifugiati politici(????) in Amantea e’ che non possono sempre aspettarsi che ogni diritto gli venga regalato. I diritti devono essere guadagnati!!! Le leggi devono essere rispettate e aspettare con pazienza, come hanno aspettato molti altri prima di loro, che si risolvono i processi adeguati per una loro permanenza in Italia o in altro paese.

Per quando riguarda i doveri, vorrei vedere i rifugiati partecipare a qualche volontariato in Amantea. Ho visto le foto di 13 volontari pulire il lungomare e la spiaggia, e mi sembra di non avere notato un solo rifugiato. Potreste dirmi che non sono tenuti a farlo, ma voglio ancora ribadire che dove ci sono diritti ci sono anche i doveri.

Finisco col dire che capisco quelli che scrivono hanno tutte le buone intenzioni per aiutare questa gente e essere simpatetiche nei loro confronti, come lo sono anche io, perche’ sono arrivati con niente e hanno bisogno di tutto, ma vorrei ricordarvi che questa e’ una storia vecchia che tutti i nostri emigrati possono testimoniare. Ci saranno anche quelli che usano questa difficile situazione per fini ideologici e politici ma questa e’ un’altra storia.

Infine vorrei esortare i nostri scrittori che non sanno o che non hanno avuto una esperienza personale di emigrazione come la nostra di non scrivere cose insensate, ingiuste e non veritiere che ci fanno male o addirittura offendere la NOSTRA esperienza di emigrati.

Un caro saluto

Carmelo Furgiuele 21-06-2012

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA