Parghelia, la bella Calabria

parghelia calabria vibo paese Parghelia
Eccellenza turistica calabrese
Nel cuore della Costa degli Dei

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina

parghelia calabria castagne Il lancio delle castagne dal campanile
parghelia calabria giochi I giochi del passato durante il lancio delle castagne
parghelia calabria mare inverno Mare d'inverno
parghelia calabria vibo paese-016 Il paese, nel cuore della Costa degli Dei

Questa pagina documenta l'ambito urbano, uno spaccato del mare d'inverno, ma soprattutto la ricorrenza del 29 novembre che anticipa la festività di Sant'Andrea del giorno dopo. E' qui ampiamente mostrata la manifestazione pomeridiana dei giochi di un tempo e del lancio della castagne dal campanile .
Parghelia 29 novembre 2017 - Lancio delle castagne dal campanile

Le feste popolari di piazza dei piccoli paesi, quasi sempre, attingono alle tradizioni basate sulle specificità del luogo, ovvero alle radici che raccontano il lavoro, le produzioni, l’enogastronomia. Secondo questo principio i paesi con radici della terra (montane o collinari o delle piane) portano in piazza la legna, il vino, i funghi, le zampogne e altri elementi propri, mentre i paesi marinari si basano prevalentemente sul pesce e prodotti che richiedono il caldo.

Il piccolo comune di Parghelia è noto da anni come eccellenza della Costa degli Dei nel tratto tirrenico della provincia di Vibo. Se pensi a Parghelia pensi al mare più bello d’Italia e assegni a tale luogo una immagine fatta di spiagge, scogli, mare, ovvero una consistenza che emerge dal Tirreno come una ninfa marina metà donna e metà pesce.
Poi vai in paese il 29 novembre, fai un giro nella centrale via V.Emanuele III, confluisci in piazza Ruffa, ti poni di fronte alla chiesa di S.Andrea Apostolo insieme a tanta gente e, improvvisamente, vedi piovere castagne dal campanile della chiesa.
continua dopo le foto


A quel punto ti disorienti per un po e ti chiedi: ”siamo in un paese di montagna o di mare?”.
Fai presto a capire che sei in un paese con radici della terra che, grazie alla virtù di chi lo popola, si è adattato eccellentemente ad essere un paese di mare, turistico, vanto regionale.
A quel punto ti conformi alla bisogna e vivi la festa.
E’ un pomeriggio straordinario, con gente d’ogni età cui brillano gli occhi. E sono li per figli e nipoti, ma anche per se stessi. Alcune ore che a perderle sarebbe veramente un peccato.
Le strade a festa con bancarelle in prevalenza colme di prodotti natalizi, sia come oggettistica che dell’enogastronomia. I giganti Marta e Grifone su e giù attorniati da bambini, alcuni con tamburi.
Ovviamente caldarroste e le imperdibile zeppole vanto locale.
Il lancio delle castagne dal campanile si alterna con i giochi popolari di un tempo: la gara con i sacchi per fasce d’età, la rottura delle pignate con bastone, il tiro alla fune misto grandi e piccoli da una parte e dall’altra. La raccolta delle castagne dà ai piccoli il fervore dei grandi e ai grandi la tenerezza dei piccoli, ognuno fa da se, accomunando alla fine gruppi e famiglie.
Per completezza documentale ho chiesto di poter documentale dall’alto campanile con il consenso degli organizzatori. Una vista straordinaria e l’apprezzamento al metodo organizzativo. Sul campanile ho trovato una gentile signora, l’Avv. Maria Luisa Brosio, sindaca del comune. Abbiamo parlato un, poi ho lasciato completare il fare del gruppo in cui anche la prima cittadina si adoperava.
Ho lasciato la piazza portandomi verso l’auto, osservando in profondità il rossore del tramonto spalmato su Tropea. In auto ho ripensato a questo pomeriggio e al sindaco tra la gente a dare una mano.
Antonio Cima 30-11-2017

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#1 mirailtuopopolo 2017-12-01 00:06
L'unica volta che ci sono stato negli anni 60 non ci avrei speso nu battiru stutato. Ora da quello che leggo Parghelia è diventata un eccellenza. I nostri amministratori di Amantea passati presenti e futuri le sanno queste cose?
Citazione
 

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA