Amantea, incontro pubblico sulla situazione cittadina

amantea-incontro-situazione-cittadina AMANTEA - INCONTRO PUBBLICO SULLA SITUAZIONE CITTADINA E DEL COMPRENSORIO
DIBATTITO AL CINETEATRO “SICOLI” CON ESPONENTI POLITICI DEL TERRITORIO PROMOSSO DA "UNA CITTA' NEL CUORE"

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina
Da oltre due anni non frequento più le assise cittadine attinenti il funzionamento delle amministrazioni comunali. Stimo più confacente seguire i tanti accadimenti regionali in tutti gli spazi delle umane attitudini.
Qualche giorno fa ho ricevuto da un amico la locandina, relativa all’iniziativa di questo incontro. Sono chiare le difficoltà generali attraversate dalla città, la situazione va sempre regredendo, tante le preoccupazioni generali in tutti gli ambiti cittadini.
Leggo i nomi dei relatori: Mario Pizzino (sindaco di Amantea), Carlo Guccione (Consigliere regionale), Franco Iacucci (Presidente Provincia di Cosenza), Massimiliano Ianni (Segretario provinciale CGIL), Tommaso Signorelli (Consigliere comunale Amantea).
Leggo anche le motivazioni “Il rilancio di Amantea per lo sviluppo del comprensorio” che riguardano il futuro interno cittadino, dei comuni limitrofi, e le necessarie e urgenti misure risolutive.  Vado. continua dopo le foto


Il solito ampio ritardo (anche questo è un argomento che dipinge i nostri cupi quadri) in attesa che arrivi il pubblico, che in significativa misura, gradualmente, arriva ad occupare gran parte delle poltroncine dell’accogliente sala del cineteatro “Sicoli”.
Sul palco si dispongono da sinistra Ianni, Guccione, Signorelli, Iacucci, resta libera la sedia “destinata” al sindaco di Amantea Mario Pizzino.  Ma i sindaci non mancano in sala: Iacucci (Aiello), Lorelli (San Pietro), Scanga (Lago), Cuglietta (Serra d’aiello). Iacucci sul palco, gli altri in prima fila con accanto la dirigente scolastica dell’I.C. “Mameli” prof.ssa Antonella Bozzo.
Avvia il confronto Tommaso Signorelli, consigliere amanteano di minoranza, che tale evento ha organizzato per conto del suo gruppo consiliare “Una Città Nel Cuore”.
Inizia con qualche difficoltà perché, inevitabilmente, deve chiarire quella sedia vuota. Evidenzia l’iter organizzativo, le varie “bussate” al sindaco, le conferme di partecipazione garantite. Sostiene anche l’interessamento degli ospiti nel coinvolgimento del primo cittadino amanteano, ma quella sedia resta vuota. Vox populi è ricca di motivazioni sull’assenza, la supposizione prevalente riguarda motivi di equilibrio interno alla maggioranza, tant’è, si va avanti nella discussione.
Signorelli comincia ad elencare le varie tematiche urbanistiche, produttive, lavorative, turistiche che riguardano l’agognato risollevamento cittadino. Dà priorità al tema della scuola dell’obbligo, alle grandi difficoltà logistiche e organizzative, tema che mette in apprensione le famiglie. Cede il microfono alla dirigente Bozzo per gli approfondimenti sulla situazione.
La D.ssa Bozzo sperava nella presenza del sindaco, ha espresso la necessità di un pertinente dialogo istituzionale sulle condizioni degli edifici scolastici per le scuole elementari (primarie) e medie (secondarie 1° grado). Ha chiaramente evidenziato lo status corrente che complicherebbe il paventato doppio turno, in una già difficoltosa logistica didattica con una appesantita organizzazione amministrativa. Si augura che entro giugno si appronti un quadro generale per non arrivare a settembre con “l’acqua alla gola”. Ha pubblicamente ringraziato l’Amministrazione comunale di Lago per il sostegno ricevuto circa i locali scolastici.
All’intervento della Dirigente Bozzo hanno fatto seguito quelli dei sindaci di San Pietro e Lago. Entrambi, dopo il giustificato riferimento alle buone cose interne ai loro comuni, hanno rimarcato globalmente la necessità che Amantea  riprenda la guida del comprensorio. Hanno evidenziato il bisogno di una riorganizzazione territoriale nelle varie forme necessarie all’economia, al mirato turismo comprensoriale e prioritariamente alle strutture sanitarie continuamente minacciate da ridimensionamenti. Hanno indicato varie soluzioni tra cui i canali di finanziamento mirati e collaborazioni tra comuni.
Signorelli ringrazia, approva, sintetizza e si va avanti.
Dal tavolo dei relatori si sono avvicendati nell’ordine Ianni, Guccione, Iacucci. Tutti hanno rimarcato il disappunto dell’assenza di Pizzino, figura che doveva essere primaria nelle motivazioni della serata.
Tante le argomentazioni sviluppate sul tema dell’incontro in parte diversificate e in parte sovrapponibili. Chi è consumato nella politica prima di entrare nell’argomento, è sempre così, ripassa le pagine del proprio operato, così è stato per Guccione e Iacucci. Tanti gli aspetti trattati trasversalmente su quello che Amantea è stata per decenni, con indicazioni su ciò che richiede rapide soluzioni. La scuola, il degrado, lo sversamento fognario vero dramma comprensoriale, il gigantesco problema della spazzatura e dello smaltimento che avrà costi rilevanti in futuro. Il porto, i PIP, la viabilità, la sorte del poliambulatorio, casa della salute, il piano sociale di zona, la rivalutazione delle eccellenze territoriali e delle risorse primarie diffuse, agroalimentari, paesaggistiche, archeologiche.
Al presidente Iacucci è stato chiesto un approfondimenti su alcuni temi di pertinenza della Provincia.
Sul palazzetto dello sport ha evidenziato il completamento della struttura, la presenza degli arredi. Ancora poche cose da fare da parte della Provincia e l’approntamento esterno che spetta al Comune. L’Ente provinciale provvederà nel giro di pochi mesi per la propria pertinenza; il taglio del nastro a lavori comunali completati.
Sul costruendo edificio scolastico della ragioneria (I.T.C.), il presidente ha sottolineato l’avanzato stato della prima fase; è stato disposto un ulteriore finanziamento per il completamento con imminente appalto e successiva fase conclusiva, compatibilmente entro un anno.
Per la “Casa cantoniera” di Campora si annota un percorso controverso. Chi vorrebbe abbatterlo, chi usarlo. Iacucci ha chiarito la posizione della Provincia che si è adoperata nella donazione al Comune a condizione che venga reso fruibile come sede per il personale della Delegazione di Spiaggia correlata alla Capitaneria di Porto. Le posizioni sono in evoluzione, si confida in una soluzione appropriata.
Sono le ore 20.45, Signorelli “scrive” i titoli di coda di una serata in cui solo tanti brillanti, appropriati e accorti ospiti non amanteani  hanno parlato anche del comprensorio, ma primariamente di Amantea.
Al cronista tocca raccontare ciò che ha ascoltato, al cittadino spetta il diritto di opinare.  
Le cose dibattute ci stanno tutte, ma penso che il primo elemento che possa consentire una svolta sia quello di chiedere ai cittadini (anche quando non si è al governo) non atti di eroismo, ma gesti di normalità, cioè pagare i tributi comunali. Senza tale normalizzazione sarà sempre difficile per chiunque assicurare l’efficienza, ancor più per l’amministrazione corrente che non ha gli scarponi per osare la scalata.
Ma, ad inizio campagna elettorale regionale, per chiunque, invocare il pagamento di tasse comunali è come lasciare un bambino di pochi anni da solo intorno ad un braciere acceso, con la certezza di bruciarsi.
Avevo deciso di venire solo per sentire. Domani riprendo i miei viaggi nei magnifici luoghi di Calabria, dove da tempo è possibile toccare con mano tante delle cose stasera ambite. Fare ciò, anche occasionalmente, potrebbe essere illuminante per amministratori comunali stanziali.
Dicevano i latini “A communi observantia non est recedendum”, ma qualche volta è giustificabile derogare.
Antonio Cima 11-06-2019
p.s. mi scuso per la qualità delle foto, prodotte con telefonino

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA