Dove finiranno tutti quei libri?

biblioteca UN GRANDE PATRIMONIO LIBRARIO SENZA FUTURO
TANTI VOLUMI CHE NON TROVERANNO COLLOCAZIONE 

© Riproduzione riservata - Nessun uso è consentito degli elementi della pagina 
Due giorni fa vado in cartolibreria per acquistare una cartuccia. Trovo il gestore impegnato con un amico comune a discutere di uno scaffale ove collocare alcuni libri. Completano il dialogo, prendo la cartuccia e usciamo insieme con l’amico. Ci portiamo al vicino bar per il caffè. F.T. resta sull’argomento dei libri e mi evidenzia la sua situazione, che, più o meno, conoscevo già.
E’ una persona tra 70 e 80 anni, laureato, funzionario statale, in pensione già da un po. La moglie più giovane di qualche anno, insegnante in pensione. Hanno due case, un figlio sposato, dirigente aziendale, che vive in modo stabile al nord.
Marito e moglie appassionati di lettura. Tra testi scolastici, universitari, della coppia e del figlio, sommano circa 400 libri. In tutta la vita, per passione letteraria, a volte per averli, e ricevuti in regalo, hanno accumulato oltre 1500 volumi. A ciò si aggiungono varie, vecchie, enormi, enciclopedie. Non li hanno mai contati ma stimano, in verità, che i libri siano complessivamente circa 2000, ripartiti nelle due case.
Il figlio e la nuora hanno una casa comoda, hanno anche un po di loro libri, ma non hanno spazio per accogliere quelle 2000 opere. Arriverà giorno, inevitabilmente, che quei 2000 libri cercheranno una destinazione: dove andranno?
Stimo che situazioni come queste esistano in almeno 500 famiglie di anziani amanteani. Entro 10-12 anni si renderanno disponibili circa 1.000.000 di volumi. Una parte avrà continuità familiare, ma tanta parte entrerà in un limbo indefinibile.
E’ la prima volta, nella storia amanteana (ma è così un po ovunque), che si verifica questo fenomeno. Fino a metà ‘900, a parte nelle famiglie patrizie e in poche altre borghesi, in rare case esistevano libri. Si ereditavano case, terreni, botteghe, attrezzature, ma libri proprio no. Le generazioni nate a cavallo di metà ‘900 sono entrate nella fase della scolarizzazione di massa. Tutti a scuola, almeno per le elementari, un buon numero alle medie e alle superiori, significativi anche i percorsi universitari. Una crescita vorticosa della presenza di libri nelle case, per studio prima, e per successiva passione letteraria.
A ciò si somma l’inglobamento intellettuale del comprensorio e di altri luoghi. Laddove esistono industrie e realtà produttive vanno a viverci fasce lavorative della manualità, poco avvezze ai libri. Amantea non ha mai avuto tali situazioni ma ha, invece, assorbito esponenti di medio e alto livello d’istruzione: diplomati e laureati. Scuole, strutture sanitarie, uffici pubblici, hanno richiamato tanti dipendenti abituali dei libri.
Ad Amantea si sono stabilizzate moltissime famiglie di prima o seconda generazione, occupate nella funzione pubblica, provenienti dal comprensorio.
Tutti i motivi sopra esposti hanno determinato la presenza dei tanti libri nelle case. Se aggiungiamo che la prolificazione media in queste famiglie è meno di due figli (alcune senza), con la maggior parte di essi residenti fuori, arriviamo alla conclusione che motiva gli interrogativi sul futuro di tanti libri.
Ma la questione libri è quella minore, a breve sarà trattato il tema delle case e degli arredi.
In questi giorni echeggia la sorte della biblioteca di Amantea. Ne ho parlato approfonditamente con amici. Qui dico solo che pensare di avviare la costituzione, l’avviamento e gestione di una biblioteca comunale, con quei locali e con appena 20.000 euro, è come voler fare una crociera intorno al Mediterraneo con una canoa da bagnino. Vientu ‘mpuppa e maru vonazzu, esplicita la cultura marinara amanteana.
Antonio Cima 29-11-2019
biblioteca

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA