Amantea - Lavaggio lana dei materassi

amantea-materassi-lavaggio Amantea - Usi e costumi del passato
il lavaggio della lana dei materassi nel borgo

una tradizione estinta...o quasi

I materassi di lana al sole di luglio 
Ai materassi di lana i ceti facoltosi sono arrivati molti decenni prima dei ceti meno abbienti che fino agli anni '60 usavano ancora un saccone con le foglie di pannocchia e sopra un materasso con la crine vegetale. I materassi di lana sono praticamente scomparsi negli anni '80 sostituiti dai materassi sintetici. Nel periodo in cui sono durati i materassi di lana venivano sottoposti a lavaggio annuo. Era un rito quasi sociale perchè le operazioni venivano fatte negli spazi pubblici a ridosso di una fonte d'acqua. Le foto mostrano l'unico caso ancora esistente, quasi per scelta affettiva, che avviene nel borgo antico di Amantea. Il maestoso spazio della Chianura accoglie annualmente questo spaccato di storia popolare per merito di Fortunato e della consorte Domenica. Considerando che nel luogo abita solo la famiglia di Fortunato, tutto lo spazio diventa una tavolozza che amabilmenete si lascia dipingere.
La prima foto mostra, invece, il lavaggio della lana allu catusu, ovvero una vasca di raccolta acqua in zona Calcato, spazio ad uso dei contadini della zona sud di Amantea.
Antonio Cima 09-06-2009
(Fortunato Pagliaro è scomparso nel gennaio 2016)

Aggiungi commento

REGOLAMENTO SUI COMMENTI:
1- i commenti sono sottoposti a restrizioni
2- sono consentiti commenti su soggetti e fatti pubblici
3- saranno esclusi commenti e citazioni impropri di persone e ambiti privati
4- saranno escluse citazioni irridenti o non rispettose di commenti altrui
5- saranno esclusi commenti senza rilevanza di tema
6- è ammessa la forma satirica esclusivamente in relazione a contenuti pubblici
7- solo i commenti che la redazione riterrà conformi a quanto sopra saranno pubblicati

Commenti  

 
#15 stella 2012-06-14 20:15
e allora non farla 'sta vetrina........ ..
Citazione
 
 
#14 Katerpillar 2012-06-14 19:08
Fare vetrina di belle parole in anonimato, non è che sia granchè gratificante (generalmente si fa vetrina di qualcosa per fare vetrina di sè stessi). Evidentemente a chi scrive, non gliene importa un un fico secco di fare vetrina. Ti invito a commentare il contenuto delle mie parole se eventualmente non condivise, piuttosto che l'estetica. Ognuno si esprime come può e a tutti va riservata opportuna dignità.
Citazione
 
 
#13 stella 2012-06-13 19:18
Non capisco la motivazione per la quale Katerpillar approfitta del "lavaggio lana dei materassi" per snocciolare problemi di politica...mi sembra poco opportuno in questa circostanza! E comunque, si è servito di quest'occasione per fare vetrina delle sue belle parole, del suo linguaggio così ricco di termini aulici!
Ma dai............ ..
Citazione
 
 
#12 Katerpillar 2012-06-11 20:35
E' tipico, prevedibile. Spunta l'orgoglio solo quando messi in mutande.
Un pò di autocritica farebbe anche bene
ma, come sempre, la poderosa "siesta" perenne prevale sulla fatica di alzare lo sguardo oltre il proprio naso.
Spero che la parte di questa comunità che non teme la veglia dia un segnale di rinnovamento e di "scuotolamento" da inutili e pacchiani ammennicoli pseudo-cultural i che tanto piacciono ai nostalgici dell'analfabeti smo e della povertà più umiliante e retrograde che, prima di ogni cosa, offende l'autenticità e l'umiltà della gente comune.
Citazione
 
 
#11 ismaele 2012-06-11 17:38
Non c'è bisogno.....ti sei spiegato benissimo: Katerpillar nomen omen. Amanteani, meridionali in genere continuate a dormire perchè a vegliare su di noi, attento, più delle sentinelle che attendono l'aurora, c'è Katerpillar.
Citazione
 
 
#10 Katerpillar 2012-06-11 12:13
Veramente quì si dorme in tanti...!
"Siesta amanteana perenne", meglio nota quale "narcosi da latitudine".
Può consolare, si fa per dire, solo il fatto ch'è tutto il meridione a sopportarne il contagio.
Abbiamo un problema di tenuta delle nostre condizioni sociali, dei nostri diritti, dei nostri bilanci familiari, della deriva scolastica, dell'abbandono di patrimoni storico-artisti ci, ed invece di spendere energie sulla conversione (in termini di produttività) delle risorse a disposizione, ci impantaniamo, come avviene da decenni, sull'uso "improprio" di talune tradizioni la cui celebrazione è vissuta, ahimè, al presente. Non so se sono stato chiaro, ma magari spiegherò meglio...
Citazione
 
 
#9 Ieri oggi domani 2012-06-11 09:05
Non è vero che noi parliamo e Fortunato dorme alla faccia nostra; al contrario noi dormiamo su quei materassi per i quali Fortunato c'ha messo e continua a metterci la sua faccia, mantenendo in tal modo viva una delle tante tradizioni che rischiano di soccombere nella accidia generale che ci pervade da ogni parte. Grazie Fortunato.
Citazione
 
 
#8 virgola 2012-06-11 03:02
vua parrati ca furtunatu dorme alla faccia vostra!!!!
Citazione
 
 
#7 Katerpillar 2012-06-10 23:42
Temo debba riportare, seppure parzialmente, quanto scritto in apertura in quanto,evidente mente, non pienamente compreso:"Ottim o esercizio di sopravvivenza; suggestiva finestra sul passato per la memoria; ottimo spunto per arricchire di significati eventuali soggiorni di eventuali turisti". Non mi pare di aver messo in discussione la valenza intrinseca, sotto il profilo culturale, di tali rituali tradizioni nè mi sogno di far passare l'idea di progresso per un cieco ed alienante consumismo. Non è questo il problema. Nessuno mette in dubbio che anche questa è storia, la nostra storia. Ma da queste cose si dovrebbe partire per meglio conoscere le tappe del nostro essere e della nostra cultura e dopo averne apprezzato ed impreziosito linguaggio e significati andrebbero poi resi intelligentemen te fruibili per uno sviluppo materiale e di pensiero. Non mi pare che ad Amantea questo accada, nè fra i cittadini, nè fra la classe dirigente. Sono secoli che siamo al palo!
Citazione
 
 
#6 Angela Sicoli 2012-06-10 21:32
"Non è proponendo arretratezza che si cresce"....fort emente in disaccordo! Penso invece che proponendo le antiche tradizioni e gli usi di una volta si possa conoscere un passato degno di lodi che di sicuro ha posto le basi alla nostra vita! Ricordo benissimo il lavaggio della lana dei materassi, rigorosamente a mano, sulla terrazza a casa dei miei nonni...accurat amente posta ad asciugare al sole, prima nelle cesti e poi sulle reti...e ricordo quando si riempivano i materassi, belli gonfi e voluminosi, che veninano infine "appuntati ccu li zaccurali"...
Sono per la proposizione, sempre e comunque, di tutto ciò che appartiene ai tempi non recentissimi!!!
Citazione
 

Unisciti a noi su Facebook

"Calamenti Spedati"
Libro di A.Cima
su Amazon

amantea-cima-calamenti-spedati-amazon-marineria

In Evidenza


AMANTEA, CALABRIA

 amantea matrice 3
 Amantea
Le 101 cose
 


 Bronzi-di-Riace
Calabria
101 luoghi
151 cose


 Calabria
La Calabria
raccontata con
video storici


 amantea-varette-2008
Amantea
Storia della Pasqua
Testi, video, foto,
commenti, riti, canti
 
 

temesa logo
I Luoghi di Temesa

amantea-venerdi-santo-varette-2013-corteo
Amantea
Diario dei Riti
e Usanze Religiose

amantea-chianura
 Borgochianura.it
Story


 amantea-isca
Amantea3.it
Story
 

amantea-Carnevale-2003
 
Amantea 
Il Carnevale

Testi, video, foto
raccolta di 15 anni

amantea raccolta reti
Marineria di Amantea
Mestieri, usi, costumi 

s-antonio-amantea
Rassegna storica
sulla festività di
Sant'Antonio

yt webiamo
34 video sul canale
YT Webiamo

yt antonio cima
83 video sul canale
YT Antoniocima

amantea fiera 2008
Storia della fiera
Testi, video, foto
raccolta di 10 anni

petilia santa spina
Riti Pasquali

In Calabria


 amantea la ninna natale
Storia del Natale
Testi, video, foto


amantea-anziani
Dialetto Amanteano
500 parole desuete,
o pressochè dimenticate
o sconosciute ai più giovani

amantea chjanura-grotta
Eventi nel Borgo
video, foto, testi

pizzi-cu-ova
Dolci Pasquali

 amantea frittata carnevale
Enogastronomia

collegio-gesuiti
Edifici storici 




© Copyright  "Webiamo.it"  |  E-mail: info@webiamo.it  |  Webmaster: Antonio CIMA